Area Camper Il Graticolato - Pianiga

Indirizzo:Viale Giulio Onesti, Pianiga (VE)

Contatti: Info: + 39 041 469912 / +39 349.6620600

Hai letto la legenda? Leggila subito!

É da poco inaugurata l'Area Camper Il Graticolato di Pianiga (VE).. un approdo attrezzato per quindici piazzole servite da un unica colonnina elettrica con sei prese a moneta. L'area camper a pagamento con meno di dieci euro offre la video sorveglianza, un ottimo camper service, la recinzione con cancello, la zona ecologica, inesistente l'ombreggiatura. Dista dal centro della cittadina poche centinaia di metri, da Venezia una dozzina di chilometri.

Area sosta camper attrezzata comunale è gestita e monitorata dal Club I Girasoli Amici del Camper, è sempre aperta e dove passa un incaricato per riscuotere il pagamento. Nei pressi si trovano negozi di alimentari e il centro, con la Chiesa di San Martino risalente al 1100. Pianiga fa parte del circuito della Riviera del Brenta.

L'area camper Il Graticolato si trova lungo il Viale Giulio Onesti, è adiacente agli impianti sportivi della cittadina. La zona è di prima periferia, poco trafficata e tranquilla. L'area camper è recintata, video sorvegliata e ha l'ingresso e l'uscita in un unico punto con cancello scorrevole.

Un approdo per camper semplice ma funzionale, con una superficie di circa 1000 mq. l'area camper ha il fondo in ghiaietto auto drenante e non ha una minima ombreggiatura, dispone di una quindicina di piazzole da mt. 7x4 non segnalate sulla pavimentazione, con un unica moderna colonnina per l'erogazione della corrente elettrica con sei prese CE solo sul lato campo di calcio, l'erogazione della corrente elettrica si attiva con il pagamento della tariffa con le monete.

Subito all'ingresso sulla sinistra c'è lo stallo sanitario per le operazioni di carico e scarico delle acque reflue, e la zona ecologica con i cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. Ottima la realizzazione dell'invaso di cemento con la corretta pendena al centro, qui ci sono le griglie in ferro zincato con il foro per lo scarico delle cassette estraibili, le griglie hanno la particolarità di essere aperte e chiuse con dei sportelli sempre in ferro zincato. Attenzione ai bulloni per l'apertura, una volta aperti gli sportelli rimangono in piedi con il rischio di inciampare. Ottima la fruibilità dell'impianto, buona invece l'accessibilità, il camper service ha la colonnina per l'erogazione dell'acqua potabile in pietra composita e con rubinetto filettato.

Dopo l'apertura dell'area camper Il Graticolato, Pianiga diventa Comune Amico del Turismo Itinerante. L'evento è stato organizzato dagli Amici del camper I Girasoli, alla presenza di oltre 50 equipaggi provenienti da varie regioni.

Apertura annuale, tempo massimo di permanenza 48 ore, i cani sono ammessi ma sotto la responsabilità del proprio padrone e con l'obbligo della raccolta delle deiezioni canine.
Tariffe giornaliere: Non disponibili

Area Camper Il Graticolato
Viale Giulio Onesti - 30030 Pianiga (VE)
Info: + 39 041 469912 / +39 349.6620600
Coordinate GPS: 45.456270, 12.033755 / 45°27'22.6"N 12°02'01.5"E

Club Amici del Camper “I Girasoli”
Via Roma, 131 - 30030 Pianiga (VE)
www.amicidelcamper.it

Pianiga è un comune della città metropolitana di Venezia in Veneto. Il territorio di Pianiga è inserito nel graticolato romano. Oltre al capoluogo (3.000 abitanti), comprende le frazioni di Cazzago, Mellaredo e Rivale

Storia
Pianiga sorge nel punto di incontro del terzo cardine quintario orientale(il KKXV) e il secondo decumano quintario orientale (il SDX) del graticolato romano

Prima del 1806
Esistevano due comuni autonomi : Pianiga e Patriarcato. Il comune di Pianiga fu creato da Napoleone nel 1806 e fu inserito nel Dipartimento del Brenta. Tra i grandi proprietari terrieri ci furono il Patriarcato di Venezia, la famiglia Calzavara Pinton e, nella frazione di Mellaredo, il convento delle suore Santa Maria della Misericordia di Padova, proprietarie anche della chiesa e con diritto di nomina del locale rettore parroco.

Cronaca

Team automobilistico
Il Team Durango è stata una squadra italiana con sede a Mellaredo . Ha partecipato ad alcune edizioni della 24 ore di Le Mans, Campionato mondiale sportprototipi, GP2 Series, GP2 Asia Series, Formula 3000, Formula Renault e Auto GP.

Tromba d'aria
L'8 luglio 2015 una violenta tromba d'aria, di grado F4 della Scala Fujita, si è abbattuta su Pianiga. Il fenomeno, durato quasi 10 minuti, ha coinvolto altresì i comuni di Mira e Dolo. Il tornado ha percorso 11.5 km e ha avuto una larghezza variabile dai 500 m al chilometro. Vi sono stati gravi danni materiali a case, automobili e infrastrutture nonché una vittima, 72 feriti e alcune centinaia di sfollati.

Pianiga è un centro attivo e vivace, abbellito da moderne costruzioni ed interessanti monumenti: fra questi ultimi spicca il principale edificio religioso del territorio, la Chiesa Parrocchiale dedicata al Santo Vescovo Martino di Tours. I più antichi documenti che ne fanno menzione risalgono al XII secolo ma si ritiene che l'edificio preesistesse almeno fin dall'Alto Medioevo e la struttura originaria fosse paleocristiana.

La chiesa attuale è romanica, pur con notevoli influssi gotici, e conserva nelle sue linee fondamentali l'aspetto risalente al XIII secolo, pur dopo le numerose ristrutturazioni ed ampliamenti condotti nel corso dei secoli. La facciata è molto semplice ed elegante, rivestita di mattonelle in cotto di Treviso ed abbellita da un portico esterno sostenuto da due colonne di pietra; sotto il portico la lunetta sovrastante il portale è ornata da un affresco rappresentante San Martino nell'atto di dividere il proprio mantello con il povero.

All'interno, sulle pareti, si notano ancora lacerti di un affresco cinquecentesco che un tempo le decorava completamente; oggi ne rimane leggibile solo una immagine di Santa Lucia. Seicentesca e completamente affrescata la cappella del fonte battesimale: vi si notano, alle pareti, il ciclo delle storie di San Martino, datate 1608, mentre sul soffitto è illustrata una Gloria del Paradiso dipinta all'incirca negli stessi anni. Anche la vasca del fonte è antica, in marmo greco, posta su un piedistallo in marmo africano; la cupola metallica che la copre è invece un'aggiunta moderna. Il presbiterio e l'altar maggiore risalgono alla fine del XVII secolo.

Sopra l'altare è conservato un prezioso polittico in legno dorato attribuito alla scuola del Giambellino; l'opera consta di undici pale ripartite su tre ordini: domina tutta la composizione la figura dell'Eterno Padre, sovrastata dallo Spirito Santo in forma di Colomba. Nel secondo rango la Vergine con il Bambino e San Giovannino sono circondati da quattro figure di Santi; nel terzo rango quattro immagini di apostoli e dottori della chiesa attorniano la pala raffigurante San Martino.

Spiccano, ai lati del presbiterio, gli ambienti aggiunti nel 1909, comunicanti con questo tramite un doppio rango di arcate. All'esterno della chiesa sorge il campanile, rivestito, come la chiesa, di mattonelle in cotto; l'edificio della vecchia canonica ha invece una facciata resa elegante dal portichetto, aperto da svelte arcate. L'identico motivo ad arcate viene ripreso dalle finestre del piano nobile.

Chiese parrocchiali
Il comune aggrega i territori di competenza di quattro storiche parrocchie della Diocesi di Padova : Cazzago, Mellaredo, Pianiga, Rivale. I monumenti principali di queste comunità sono le chiese.

Pianiga
La chiesa di Pianiga, dedicata a San Martino di Tours, è uno degli edifici religiosi più antichi di questa zona della città metropolitana di Venezia, risalente al XIII secolo, esempio di architettura romanica con ravvisabili influssi gotici.

Cazzago
Anche la parrocchia di Cazzago è consacrata a San Martino. L'edifico è stato ristrutturato nel 2007 a cura degli architetti Cattaruzza e Milosecih.

Mellaredo
La chiesa è dedicata a San Giovanni Battista. La chiesa fu riedificata dalle monache del convento di Santa Maria Misericordia di Padova nel 1713. Dopo che Napoleone soppresse il monastero le proprietà (compresa la chiesa) diventò statale e per questo motivo il campanile fu costruito tra il 1869-1871) dal nuovo Regno d'Italia. L'attuale chiesa fu ristrutturata negli anni Cinquanta del Novecento.

Rivale
La chiesa è dedicata a San Nicola.

Si consigli agli utenti di mantenere un tono conforme alle regole del buon senso.