Parcheggio Stazione - Santa Maria degli Angeli

Indirizzo:Via Giosuè Borsi - Località Santa Maria degli Angeli, Assisi (PG)

Contatti:

Hai letto la legenda? Leggila subito!

Situato alla prima periferia di Assisi con poco meno di 3,5 km, l'Area sosta camper Parcheggio Stazione di Santa Maria degli Angeli, frazione di Assisi, è un'ottima alternativa per visitare la cittadina di San Francesco, soprattutto nel caso ci fosse il tutto esaurito nelle altre strutture ricettive all'aria aperta o altri parcheggi.
Ma anche si.. Il perché è subito spiegato; è vicinissima alla Stazione Ferroviaria di Assisi (mt 150), alla prima pensilina del bus di linea per Assisi (mt 100), ed anche ai primi negozi di alimentari (mt 300), inoltre si evita la frenesia e l'ansia da parcheggio e le tariffe tutto sommato si equivalgono.

Area sosta camper Santa Maria degli Angeli è un parcheggio a tutti gli effetti, ma anche un'area di sosta vera è propria, il Parcheggio Stazione così si chiama, è aperto al pubblico ventiquattr'ore, è per i bus turistici e alle automobili. L'ampio piazzale è tutto recintato ed anche video sorvegliato, sovente passa un custode per i controlli giornalieri, tutto il parcheggio è in piano con fondo asfaltato ed è separato con spartitraffico alberati ed anche con l'erba, è inoltre illuminato la notte da lampioni pubblici

L'ingresso ed uscita sono separati ma in un unico punto nel parcheggio, il sistema è tutto automatizzato con sbarre automatiche e cassa continua anch'essa automatizzata, la cassa automatica è al coperto nella reception adiacente, qui ci sono tutte le informazioni su orari dei bus di linea e le tariffe, i biglietti del bus di linea si acquistano alla vicina edicola.

Un'area di sosta attrezzata all'interno..
Non è singolare come soluzione, già vista e praticata, ma utile, sicura ed anche confortevole, ci sono i servizi più basilari per la sosta anche notturna, mancano solamente gli allacci alla rete elettrica. La zona della sosta temporanea per gli autocaravan è subito sulla sinistra dopo l'ingresso, lo si evince dallo stallo sanitario per le operazioni di carico e scarico delle acque reflue.

Ottimo e pratico il camper service..
Di fattura professionale e tutto in acciaio inox, l'impianto sanitario è prodotto dalla InNova, consiste del classico pozzetto a terra carrabile e auto pulente, e dalle colonnine per l'erogazione dell'acqua potabile e dalla tramoggia per lo scarico delle cassette estraibili. Ottima l'accessibilità, così anche l'utilizzo dei servizi.

Apertura annuale, tempo massimo di permanenza 72 ore, i cani sono ammessi.
Tariffe giornaliere: Camper: € 1,80 Ora o frazione - € 18,00 Dalla decima ora fino alla ventiquattresima ora.

Parcheggio Stazione - Santa Maria degli Angeli
Via Giosuè Borsi - Località Santa Maria degli Angeli - 06081 Assisi (PG)
Coordinate GPS: 43.059688, 12.587548 / 43°03'35.1"N 12°35'14.0"E

Comune di Assisi
Piazza del Comune 10 - 06081 Assisi (PG)
Centralino +39 075.8138.1 - Fax +39 075.8138.670
Numero Verde 800.050.900
www.comune.assisi.pg.it

Ufficio Cultura di Assisi
Tel. +39 075.8138641
cultura@comune.assisi.pg.it

I.A.T (Informazioni e accoglienza turistica) Assisi
Piazza del Comune 22 - 06081 Assisi (PG)
Tel. +39 075.8138680 - Fax +39 075.8138686
info@iat.assisi.pg.it
www.visit-assisi.it

Basilica Papale di San Francesco d'Assisi
Piazza S. Francesco, 2 - 06081 Assisi (PG)
Info: +39 075.819001
www.sanfrancescoassisi.org

Rocca Maggiore e Pinacoteca Comunale
Via della Rocca - 06081 Assisi (PG)
Tel. +39 328.3840669

Museo Diocesano e Cripta San Rufino
Palazzo dei Canonici
Piazza San Rufino, 3 - 06081 Assisi (PG)
Tel. e Fax +39 075.812712
www.assisimuseodiocesano.it

Museo della Memoria
Via San Francesco, 12 - 06081 Assisi (PG)
Tel. +39 075.8197021 - Fax +39 075.8155234
info@assisisi.com

Museo dell’Abbazia di San Pietro
Piazza San Pietro, 1 - 06081 Assisi (PG)
Tel. +39 075.812311

www.assisiweb.com
www.assisionline.it
www.assisivirtual.com

www.provincia.perugia.it
www.provinciaperugia.net

www.turismo.regione.umbria.it
www.regione.umbria.it
www.itinerari.regioneumbria.eu
www.grandieventi.regioneumbria.eu
www.umbria-turismo.it
www.umbriaonline.com
www.assoguide.it
www.bellaumbria.net
www.umbriaearte.it
www.guideinumbria.com
www.frantoiaperti.net
www.paesaggi.regioneumbria.eu
www.turistainumbria.com
www.umbriatravel.com

Santa Maria degli Angeli (Assisi)
Santa Maria degli Angeli è una frazione del comune di Assisi, in provincia di Perugia, è fa la frazione più popolosa del comune. Geograficamente situato circa 4 km a sud rispetto alla città di Assisi, giace interamente sulla pianura della Valle Umbra.

Storia
Il paese prende il nome dall'omonima basilica cinquecentesca, che domina l'intera pianura ai piedi di Assisi. Nel 576, in zona venne edificata una piccola cappella dai benedettini del Monastero di San Benedetto del Monte Subasio. Intorno al 1000, la zona era nota con il nome di Cerreto di Porziuncle, per via della presenza di una vasta zona boschiva. La cappella venne restaurata da San Francesco nel XII secolo, che vi morì nel 1226: da allora è identificata con il nome di Cappella della Porziuncola.

Alla chiesetta si aggiunsero poi un convento e alcuni piccoli oratori. Nel 1216, san Francesco ricevette una visione nella quale Gesù gli comunicava che chiunque avesse visitato la chiesetta, debitamente confessato e comunicato, avrebbe ricevuto il perdono dei peccati. Papa Onorio III approvò tale indulgenza, e fissò nella data del 1 e 2 agosto di ogni anno la festa del Perdono, che continua a richiamare anche ai giorni nostri un gran numero di turisti religiosi.

Nella seconda metà del XVI secolo, papa Pio V fece innalzare una possente basilica, progettata da Galeazzo Alessi, a mo' di riparo per la piccola Porziuncola, oramai divenuta una affollata meta di pellegrinaggio.

Monumenti e luoghi d'arte

Porziuncola (XIII secolo),
La Porziuncola è una piccola chiesa situata all'interno della Basilica di Santa Maria degli Angeli, presso Assisi. A questa chiesa di altissimo valore storico, artistico e spirituale, si deve il nome della città statunitense di Los Angeles, chiamata dagli spagnoli che la fondarono El Pueblo de Nuestra Señora la Reina de los Ángeles del Río de Porciúncula (Il Paese di Nostra Signora la Regina degli Angeli del Rio Porziuncola).

La tradizione fa risalire l'edificazione della Porziuncola, all'epoca chiamata con il nome latino "Portiuncola", al IV secolo, ad opera di eremiti provenienti dalla Palestina. Nel 516 ne avrebbe preso possesso San Benedetto stesso, per i suoi monaci. La Porziuncola fu la terza chiesa riparata da San Francesco dopo la sua vocazione: mentre egli pregava di fronte al crocifisso di San Damiano, sentì una voce che diceva: "Va' e ripara la mia chiesa". L'edificio dipendeva all'epoca dal monastero di San Benedetto al Subasio.

La Porziuncola divenne per Francesco un luogo particolare, dove sostava spesso in preghiera; qui capì che doveva vivere "secondo il Santo Vangelo". Proprio dalla Porziuncola Francesco inviò i primi frati ad annunciare la pace. Nel 1205 scelse questo luogo, allora tra le selve, come dimora e vi fondò l'Ordine francescano. Il 2 agosto 1216, alla presenza di sette vescovi umbri (Guido di Assisi, Giovanni di Perugia, Egidio di Foligno, Benedetto di Spoleto, Villano di Gubbio, Rinaldo di Nocera e Bonifacio di Todi), il piccolo edificio fu consacrato e vi fu proclamato il cosiddetto Perdono d'Assisi.

Quello che ha reso nota in tutto il mondo la Porziuncola è soprattutto il Perdono d'Assisi o Indulgenza della Porziuncola, che inizia la mattina del 1º agosto e si conclude alla sera del 2 agosto, giorni nei quali l'indulgenza, qui concessa tutti i giorni dell'anno, si estende alle chiese parrocchiali e francescane di tutto il mondo.

Basilica di Santa Maria degli Angeli (1684)
La basilica di Santa Maria degli Angeli è una chiesa, di rito cattolico romano, sita ad Assisi, nella frazione omonima. Fu costruita su progetto di Galeazzo Alessi e con interventi di Jacopo Barozzi da Vignola a partire dalla seconda metà del Cinquecento. In cima alla facciata del tempio spicca la statua della Madonna in bronzo dorato modellata dal Colasanti e fusa dalla Fonderia Artistica Ferdinando Marinelli di Firenze. Ha la dignità di Basilica papale. Al suo interno è presente la Porziuncola, la cappella dove si raccoglieva in preghiera Francesco d'Assisi, e per questo centro della spiritualità francescana.

Museo di Santa Maria degli Angeli
Fondato negli anni venti del Novecento, è stato riallestito nel 1999. Le sale seguono un percorso cronologico, con opere d'arte sacra legate al santuario della Porziuncola e al Francescanesimo in generale. Sono esposti inoltre documenti di archivio, plastici e ricostruzioni grafiche. La prima sala mostra un grande plastico dell'area e alcuni reperti archeologici. Segue una sala dedicata al Duecento, momento di fioritura del Francescanesimo, con importanti opere di Giunta Pisano (Crocifisso ligneo), Cimabue (San Francesco) e del Maestro di San Francesco (l'opera eponima San Francesco tra due angeli) e una Madonna del Latte, scultura in pietra policroma della fine del XIV secolo. La terza sala mostra alcuni arredi e delle ceramiche robbiane, tra cui un dossale di Andrea della Robbia (1475), la quarta opera di arte rinascimentale (lavori di Sano di Pietro, l'Alunno, ecc.). L'ultima sala mostra opere nate dopo la costruzione della grande basilica alessiana. Da una rampa di scale si accede al "Conventino", ovvero ciò che resta delle celle primitive dei frati; restaurate di recente, sono attualmente utilizzate per ospitare mostre temporanee di arte sacra contemporanea..

Fontana delle Ventisei Cannelle (1610)
Fatta costruire sul fianco della basilica dalla famiglia Medici di Firenze;

Palazzo del Capitano del Perdono (1617)
Situato a lato della basilica, è un palazzo a due piani, con una bella facciata caratterizzata da un doppio loggiato ad archi. Esso era la sede dell'ufficiale preposto al controllo della folla di pellegrini che giungeva in occasione della festa del Perdono;

Strada Mattonata (anni '90)
Sentiero monumentale di circa 3 km in mattoni che congiunge Santa Maria degli Angeli all'acropoli di Assisi, ricalcando il tracciato di un antico percorso;

Teatro Lyrick (anni '90)
Moderno teatro da 1.000 posti (palcoscenico da 40 × 17 m), progettato dall'architetto Morandi (scuola Nervi) e ricavato nel complesso dell'ex-opificio chimico Montedison.

Si consigli agli utenti di mantenere un tono conforme alle regole del buon senso.