RistoCamper Romeo

Indirizzo:Via degli Orti, 13 - Località Cologna Spiaggia, Roseto degli Abruzzi (TE)

Contatti: Info: +39 085.8937142 / +39 338.8433734 - www.romeoristocamper.blogspot.it


I numerosi rinvenimenti archeologici dimostrano che il territorio di Roseto degli Abruzzi fu abitato già in epoca romana. Delle varie località del suo territorio, si trova già in menzione in numerosi documenti d'epoca medioevale. Anticamente si chiamava Rosburgo (il paese delle rose) e rivelò ben presto la sua vocazione turistica divenendo, già agli inizi del secolo, un centro di villeggiatura alla moda, ma nel 1927, si decise di cambiarlo in Roseto.


Il Ristorante Romeo e la cucina della Tradizione
Nella provincia di Teramo si può individuare un distretto gastronomico nel quale costa ed entroterra pur nelle loro diversità sono legate dal saper mangiare e da antiche ricette che ci raccontano di una società dove i ritmi di vita erano legati alla campagna ed al mare. C’erano e ci sono ancora piatti per ogni stagione e per ogni mese.
Nel periodo invernale ci si dedica alla lavorazione e preparazione degli insaccati rispolverando ricette a basa di carne suina come la polenta di granoturco con ragù di maiale e salsiccia.
All’arrivo del carnevale, d’obbligo sulla tavola sono i ravioli dolci di ricotta, fritti e cosparsi di zucchero e cannella o lessati e conditi con ragù. Mentre ad aprile dagli agnelli pasquali si ricavano le mazzarelle, involtini di frattaglie con erbe fresche ed aromatiche.
Caratteristiche di maggio sono invece le virtù dove gli aromi più diversi si confondono nei mille sapori dei vari ingredienti.
Poi vi sono dei piatti ideali per ogni stagione e per ogni festa o ricorrenza come il timballo di scrippelle, le scrippelle ‘mbusse al brodo di gallina, il tacchino alla canzanese o la classica chitarra alla teramana. Il baccalà, zuppe di frutti di mare, i risotti, le mezze maniche gamberi e rucola, le fritture, le grigliate, le sarde e le alici arrostite sono le leccornie di una cucina a base di pesce.


Enoteca Whiskyteca
Nel negozio interno al ristorante si possono trovare esposte numerose tipologie di: Distillati di vino quali brandy e cognac, Distillati di cereali come i whisky, wodka, gin, e rhum, Distillati di vinacce ossia grappe, Liquori, Vini locali ed altri prodotti tipici come souvenir del vostro viaggio.
Sono disponibili oltre 2000 prodotti anche da collezione, prepariamo confezioni e cesti regalo, si effettuano consegne a domicilio.


RistoCamper Romeo
L'area di sosta camper e caravan RistoCamper Romeo è stata ideata per il pieno relax dei propri ospiti. Lontana dai rumori della vita quotidiana ed allo stesso tempo vicino ad ogni servizio (mare, panificio, bar, pasticcerie, pizzerie, edicole supermarket, ecc.. il tutto entro poche centinaia di metri, il primo distributore di benzine è a 700 metri, così anche la spiaggia) con il ristorante sempre pronto per farvi assaggiare le specialità tipiche locali.
Il benvenuto gradito ai turisti itineranti che quì sosteranno serenamente sarà dato dal tappeto erboso, un vero green da golf, questa è una piccola oasi verde, che in caso di pioggia e maltempo vi salvaguarderà da fango e polvere, con ampi spazi e privacy garantita.


Le quaranta pizzole tutte in piano e su fondo in erbetta sono scarsamente ombreggiate da ulivi e giovani piante da frutta ma sono servite da colonnine per gli allacciamenti alla rete elettrica e anche con fontanelle dell'acqua potabile personale, inoltre sono illuminate la notte da lampioncini poco invadenti.
Una delle tante particolarità di questo approdo per camper e caravan (quest'ultime è consigliabile contattare la gestione preventivamente per la disponibilità) è data da una zona dedicata espressamente alla cucina all'aria aperta, c'è infatti un pergolato attrezzato di tutto punto; tavoli e sedie e una vera cucina con fornelli, griglierie, barbecue, lavelli, ripiani e mensole.. per cucinare in proprio e stare in felice compagnia gratuitamente.


L'ambiente è tipicamente agreste ma curato con stile e raffinatezza, tutto è stato pensato e realizzato in modo da lasciare ottimi ricordi e per fare ciò la gestione ha selezionato nel tempo un tipo di clientela attenta ai servizi e all'ospitalità casalinga.
Molti i servizi offerti ai propri ospiti tra cui la zona dei servizi igienici divisi per sesso e anche per i disabili, le nuove docce fredde gratuite e calde a moneta, i lavelli e i lavatoi curatissimi e sempre puliti ed in ordine, la lavatrice (€ 5,00 per bucato), il servizio noleggio biciclette gratuito, il servizio sostituzione bombole del gas esaurito su prenotazione, internet wi-fi, la zona per la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani..
La zona dedicata al carico e scarico delle acque sporche è giustamente defilato ma comodo da raggiungere dalle piazzole di sosta, è una realizzazione artigianale ma pratica e dispone di un pozzetto di scarico con coperchi in metallo al centro di un invaso di cemento, due fontanelle separate e segnalate per il proprio utilizzo e una terza ad uso pubblico in pietra, buona l'accessiblità così pure l'utilizzo dei servizi.


Apertura annuale: non ci sono limiti di permanenza e le caravan sono ammesse, gli amici quattro zampe da compagnia sono i benvenuti ma con l'obbligo da parte dei loro padroni alla raccolta delle deiezioni canine.
Tariffe giornaliere: vedi sito web


RistoCamper Romeo
Via degli Orti, 13 - Località Cologna Spiaggia - Roseto degli Abruzzi (TE)
Tel. +39 085.8937142 / +39 338.8433734
ristoranteromeo@libero.it
www.romeoristocamper.blogspot.it
Coordinate GPS: 42.722853,13.980906 / 42°43'22.3"N 13°58'51.3"E

Comune di Roseto degli Abruzzi
Piazza della Repubblica - 64026 Roseto degli Abruzzi (TE)
Tel. +39 085.894531 - Fax +39 085.89453670
www.comune.roseto.te.it


Ufficio IAT Informazione e accoglienza Turistica:
Tel. +39 085.8991157


Guardia medica turistica:
Tel. +39 8020881 / +39 085.8020885

Guardia medica:
Tel. +39 8020886


www.turismoroseto.it
www.rosetodegliabruzzi.com
www.gransassolagapark.it


www.turismo.provincia.teramo.it
www.abruzzoturismo.it

"... Ho imbottigliato l`aria di Roseto, poi l`ho infiascata ed ora la conservo in una damigiana impagliata chiusa gelosamente in cantina. Mi basta talora quando il tossico della città mi stringe alla gola e mi serra i polmoni, aprire il tappo di sughero rotondo sul collo verdemare, per sentirmi più rinfrancato. E per rivedermi mentre rincorro sulla sabbia un pallone inseguito da bimbi spettinati."
Mario Moretti

"... La spiaggia era quella di Roseto degli Abruzzi, un arenile bianco con una fila di ombrelloni e di cabine che si perde sfocato nella memoria. So che su quella spiaggia fui portato la prima volta da Roma appena a quaranta giorni, e mia madre ha continuato per anni a ripetere che, sotto l`ombrellone, dormendo nella culla, mi ero abbronzato senza che il sole mi sfiorasse mai. Le sembrava un miracolo di natura, o il segno di una grazia che mi fosse toccata ..."
Enzo Siciliano


Roseto degli Abruzzi è un comune della provincia di Teramo in Abruzzo, affacciato sul mare Adriatico e compreso tra le foci dei fiumi Vomano (a sud) e Tordino (a nord).
È uno dei maggiori comuni della costa teramana e, dopo il capoluogo, è il più popoloso della sua provincia di appartenenza.
La città è un'attrezzata e molto frequentata località balneare e il suo litorale è noto anche con la denominazione turistica di Lido delle Rose. Dal 1999 si fregia della Bandiera Blu.


Storia
Il centro abitato iniziò a svilupparsi attorno alla stazione ferroviaria costruita negli anni sessanta dell'Ottocento, con il nome de Le Quote, che si riferiva alle 12 quote di terreno tra il fiume Vomano e il torrente Borsacchio.
Nel decennio successivo fu edificata la prima chiesa (dedicata a Santa Filomena) e una scuola elementare.


Il 22 maggio 1887, l'agglomerato, che faceva allora parte del comune di Montepagano, fu ufficialmente battezzato Rosburgo mediante decreto reale di Umberto I, Re d'Italia.
Il 23 gennaio 1907 la frazione fu interessata da un terremoto di media intensità (5º grado della Scala Mercalli) che provocò modesti danni materiali ma nessuna vittima.
Due anni più tardi, per dare servizio a una popolazione sempre più numerosa, fu aperto in paese un ufficio anagrafico (1909).
Nel 1927 la sede comunale fu trasferita da Montepagano a Rosburgo, che, per l'occasione, cambiò ufficialmente il proprio nome in Roseto degli Abruzzi.


Il motivo è da ricercarsi nell'impopolarità che il nome del comune (Rosburgo) godeva tra i soldati italiani durante la prima guerra mondiale.
Tale nome, chiaramente germanizzante, riportava alla mente gli austriaci e i tedeschi contro cui i militi stavano combattendo.
Si racconta che Li surdat(e) (cioè i soldati, in dialetto rosetano), affacciati ai finestrini del treno che li conduceva al fronte bellico, non facevano che mandare fischi ed insulti, allorquando, passando per la stazione ferroviaria, leggevano il nome della cittadina.


L'antico Borgo delle Rose o Lido delle Rose, lega il suo nome alla grande varietà di rose e oleandri che in passato ornavano le sue viuzze ed i balconi delle abitazioni.

Dal mare alla montagna, attraverso la storia
Roseto degli Abruzzi è al centro di un sistema turistico che porta dal mare alla montagna.

Chi vuole una vacanza dinamica può partire da Roseto alla scoperta delle bellezze dell`Abruzzo e di alcuni luoghi di particolare bellezza nelle regioni vicine. Nel territorio cittadino c`è il borgo medievale di Montepagano, mentre a circa 13 chilometri, risalendo la valle del Vomano, si possono visitare le chiese di Santa Maria di Propezzano, del XII secolo e di San Clemente al Vomano, dell`XI secolo e andando oltre la torre medievale a pianta triangolare di Montegualtieri, nel comune di Cermignano.

La città ducale di Atri e i tesori che essa custodisce distano circa 20 chilometri, mentre per visitare il capoluogo di provincia, Teramo, bastano 30 chilometri e per una passeggiata mozzafiato lungo i camminamenti della Fortezza di Civitella ci vorranno 50 chilometri.
Oltre al patrimonio artistico, si possono organizzare escursioni sul Gran Sasso d`Italia, vetta degli Appennini con i suoi 2.914 metri, che dista circa 45 chilometri e che rende possibile la visita sia al Parco Nazionale Gran Sasso - Monti della Laga sia a Castelli, patria delle preziose ceramiche, sia al Santuario di San Gabriele.

Si consigli agli utenti di mantenere un tono conforme alle regole del buon senso.

Hai letto la legenda? Leggila subito!